Menu Close

Viaggiare da soli: analisi puntuale di una principiante alla sua prima esperienza

VANTAGGI
1. Se ti svegli tardi alla faccia dell’orario del treno non litighi con nessuno e non rischi di rovinarti la vacanza prima ancora che inizi.
2. Puoi cambiare continuamente idea sull’ora in cui ti dovrai svegliare domani, puntare finalmente la sveglia dopo aver trovato un compromesso accettabile che consideri tutte le tue necessità compresa la pigrizia e poi quando è ora di alzarsi decidere che avevi sottovalutato la pigrizia e dormire un’ora in più.
3. Se ti senti in colpa perché non hai fatto quello che dovevi, puoi risponderti “ma io non devo niente” senza che ti venga il timore di ferire qualcuno.
4. Se ti siedi perché sei stanco, non c’è nessuno che ti dice “ma sei stanco”.
5. Puoi uscire la mattina senza avere la minima idea di quello che farai e non dovrai mai rispondere alla domanda “dove andiamo?”.
6. Puoi anche decidere di non uscire la mattina.
7. Non dovrai mai giustificarti con nessuno per la dimensione e il peso della tua valigia in relazione alla durata del tuo viaggio.
8. Al museo delle scienze puoi passare la maggior parte del tempo guardando fuori dalla finestra solo perché il panorama è bellissimo.
9. Puoi andare in libreria e comprarti tutti i libri che vuoi senza che nessuno ti dica che quei libri lì li trovi anche a casa, o su internet.
10. Puoi mangiarti la pizza al taglio senza che nessuno ti ricordi che ti stai perdendo l’occasione di assaggiare il cibo locale. Perché tu sei in vacanza e tu in vacanza mangi il panino capri dell’autogrill quando sei in viaggio e la pizza al taglio possibilmente del panificio se sei a destinazione. Punto.
11. Puoi passare il tempo a osservare cose che qualunque accompagnatore definirebbe (a ragione) “totalmente insignificanti” piuttosto che andare a vedere i capolavori di Michelangelo.
12. Puoi pensare un sacco, e ti senti leggero.
SVANTAGGI
1. Se ti siedi perché sei stanco, non c’è nessuno che ti chiede se sei stanco.
2. Quando fai colazione al buffet, non puoi far finta di aver riempito il piatto per tutti perché “tutti” sei solo tu.
3. Quando entri in ristorante e ti chiedono se DOVETE mangiare, il Giacomo Leopardi che vive dentro di te si sveglia e inizia a scrivere la versione 2.0 dell’infinito.
4. Ti devi portare la valigia da solo anche dopo che l’hai riempita di libri che “avresti trovato anche a casa, o su internet”. (cit.)
5. Sei circondato di coppie al primo appuntamento che ti ricordano che sei solo.
6. Al tramonto da piazzale michelangelo in effetti avresti dovuto rinunciare.

Di vita

2 thoughts on “Viaggiare da soli: analisi puntuale di una principiante alla sua prima esperienza

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *